Sheraton Diana Majestic, Milano

4.1 (178 recensioni)

Viale Piave 42, Milano, 20129, Italia   •  Meteo:    •   Ora locale:     •  Telefono: (39)(02) 20581  

4.1

Oltre 100 anni di storia

Gli antichi Bagni del Diana

La storia del Diana Majestic nasce all'interno delle classi medio-alte a Milano, che fecero di questo elegante hotel il loro punto di ritrovo per assaporare pietanze al ristorante, fare una nuotata in piscina o ammiammirare una produzione teatrale.

La storia ha inizio nel 1842 quando, nei pressi della Porta Orientale (oggi Porta Venezia), fu inaugurata la prima piscina pubblica italiana, i Bagni Diana. La piscina era lunga 100 metri e larga 25, e attorno ad essa furono realizzate 120 cabine, docce,sale da biliardo, un ristorante, un bar ed un giardino. Di pubblico in realtà ben poco, poiché l'accesso era aperto unicamente ad una certa classe di famiglie milanesi. Per mantenere il decoro due persone sorvegliavano a vista la piscina: l'attento Febo Franchi, che gestì la struttura per 40 anni senza fare mai una nuotata, e Bacioch, il bagnino "armato" grazie al suo lungo bastone che allungava ai nuotatori in difficoltà. Le regole erano poche ma precise: le signore potevano accedere alla piscina solo al mattino, era proibito alzare la voce ad un livello considerato non consono alle buone maniere e chiunque entrava al bar non poteva sedersi presso le vetrate ad osservare nuotatori.

    Accanto alla struttura venivano organizzate spettacoli, che attraevano un folto pubblico. Un evento che fece epoca fu certamente il volo in mongolfiera di Carlo Rossi, il 2 maggio 1847. Più tardi, nel 1877, un grande appezzamento di terreno fu ricoperto di cemento e i proprietari importarono un gran numero di pattini direttamente dall'Inghilterra. Questa novità ebbe molto successo tra gli habitué dei Bagni Diana, che ancora una volta potevano godersi un'eccitante innovazione. Nel 1904 fu inaugurato l'Hotel Diana, un'altra novità: fu infatti il primo edificio realizzato appositamente come hotel. Fino ad allora, tutti i grand hotel erano edifici più antichi, originariamente utilizzati per altri scopi e successivamente convertiti in hotel.

La trasformazione in Hotel

L'avvento del Diana, inteso come struttira alberghiera, arrivò  nel 1908, quando venne dato l'ordine di costruire un nuovo complesso ricreativo, di 15.000 metri quadri. Ciò forniva alla zona di Porta Venezia un elegante centro di divertimenti: nasceva il Kursaal Diana. Gli edifici vennero realizzati attorno alla piscina, che col tempo fu coperta e poi sostituita da un parco divertimenti all'aperto. In seguito all'area venne aggiunto un teatro, l'hotel, un ristorante e un campo per la pelota.

Nel 1920, a pochi passi dall'hotel, fu inaugurata la Fiera Campionaria e da quel momento il Diana divenne il luogo di soggiorno di generazioni di importanti industriali italiani e stranieri. Inoltre, i gioiellieri che esponevano alla fiera non consideravano sicuro esporre i propri beni in uno stand in legno e fu quindi trovata una soluzione per allestire gli artefatti nella sala da pranzo del Diana. Il 23 marzo 1921 il nome del Kursaal Diana entrò nella storia a causa di un tragico evento: una bomba esplose durante uno spettacolo teatrale, causando la morte di 21 persone e il ferimento di 80.


Un'altra data importante

Il 29 luglio 1953, quando Orio Vergani creo un gruppo di 13 persone composto da giornalisti, direttori e presidenti di importanti aziende per fondare un club gourmet per gli amanti dell'alta cucina. L'incontrò gettò le basi per quella che più tardi fu L'accademia italiana di cucina. Vergani scelse il ristorante dell'Hotel Diana, sia per la cucina, sia per l'ampio giardino che ancora oggi è una vera rarità per Milano.­

H Diana-garden

Ma il Diana è anche noto come l'hotel dell'alta moda. In passato ha visto nascere stilisti italiani, ora famosi in tutto il mondo, e ancora oggi l'hotel continua la tradizione di ospitare nelle sue sale le sfilate di moda.

Alcune foto storiche dell'hotel Diana...

Close